MOSTRE

Mostra “POP-UPiemonte. Libri animati nella storia dell’editoria piemontese tra Ottocento e Novecento”

La mostra, organizzata dal Consiglio regionale del Piemonte e curata dalla Fondazione Tancredi di Barolo, è stata inaugurata mercoledì 23 ottobre 2019 presso la Biblioteca “Umberto Eco” della Regione Piemonte.

L’esposizione consente di valorizzare e ricostruire una parte significativa della storia editoriale piemontese, attraverso una rassegna di oltre 60 libri animati stampati a Torino e in Piemonte tra la fine dell’Ottocento e gli anni ’60 del Novecento e provenienti dall’Archivio/Biblioteca della Fondazione.

Il percorso, a cura di Pier Luigi Bassignana e Pompeo Vagliani, comprende sia testi destinati all’infanzia, per lo più libri scenici e a leveraggi, sia testi di divulgazione tecnico-scientifica, caratterizzati dal meccanismo dei flap multipli ad apertura progressiva per rivelare i vari strati o livelli degli organi del corpo umano e degli animali o i meccanismi interni di una macchina complessa.

Tra le case editrici piemontesi più attive nella proposta di libri animati, compaiono Paravia, Lattes, Rosenberg & Sellier, UTE (Unione Tipografico-Editrice) e, alla fine gli anni ’40 del Novecento, l’Istituto Geografico De Agostini.

L’esposizione è visitabile alla Biblioteca della Regione Piemonte (Via Confienza 14, Torino) fino al 29 novembre 2019, nei seguenti orari:
– lunedì-giovedì: 9.00-12.30 e 14.00-16.00;
– venerdì: 9.00-12.30.
Ingresso gratuito.

In occasione dell’esposizione, domenica 24 novembre 2019 alle 15.30 e alle 17.00 la Fondazione proporrà al MUSLI il laboratorio per bambini e famiglie “Favole Pop-Up.
Per informazioni su costi e prenotazioni del laboratorio:
011 19784944 / 388 4746437 / didattica@fondazionetancredidibarolo.com

 

Mostre “Pop-App. Scienza, arte e gioco nella storia dei libri animati dalla carta alle app” a Roma e Torino

Le due mostre, inaugurate in contemporanea l’8 maggio 2019, sono state allestite rispettivamente presso la sede dell’Istituto Centrale per la Grafica di Roma e presso Palazzo Barolo – MUSLI a Torino, fino al 30 giugno 2019.

Le esposizioni, a cura di Gianfranco Crupi e Pompeo Vagliani, si proponevano di illustrare la storia dei dispositivi e degli elementi di carta mobili, dal libro antico (libri di astronomia, di astrologia, “di sorti”, di medicina, di architettura, di geometria) fino ai libri moderni di carattere ludico-didattico dell’Otto-Novecento destinati all’infanzia, includendo alcuni esempi contemporanei e i collegamenti con le tecnologie digitali. Sulla base di un percorso metodologico e storico-temporale comune, le due esposizioni hanno tuttavia focus specifici e complementari: quella di Roma è tesa soprattutto a illustrare la storia del libro animato antico e delle sue applicazioni scientifiche; quella di Torino è centrata in particolare sulla produzione per l’infanzia.

Le mostre rientrano nel programma del Maggio dei Libri 2019.